Comune di Dolceacqua
Home >> Il Comune Informa >> Gemellaggio tra il ROSSESE di DOLCEACQUA ed il BAROLO

76715_148811855164398_100001067544689_235208_8228376_nSi è concluso con la visita a Barolo il primo Gemellaggio tra i due Comuni Bandiera Arancione che danno il nome dei loro Comuni a due importanti vini italiani.

Dopo l'appuntamento nel Paese dei Doria, la due giorni a Barolo ha visto protagonisti, grazie alla Comunità Montana Intemelia, i prodotti tipici del territorio. Infatti, hanno accompagnato il Rossese di Dolceacqua in questo momento di promozione anche l'Olio Extravergine di Oliva Taggiasca, i fagioli di Pigna, i Carciofi di Perinaldo, le Cubaite ed i Fiori della nostra Riviera.

Lo stand con le degustazioni e gli omaggi floreali, è stato predisposto all'interno del Castello di Barolo nelle sale del nuovo Museo del Vino (aperto solo da 45 gg ma che ha già avuto oltre 35.000 visitatori) e ha ricevuto un positivo consenso da parte dei turisti che hanno colto l'occasione di conoscere questi prodotti ed il territorio di origine.

I produttori di Rossese e di Olio che hanno partecipato all'evento, hanno potuto anche cogliere l'occasione di visitare il Comune di Barolo con il Museo del Vino ed il Museo del Cavatappi e le Cantine dei Marchesi di Barolo e Sandrone.

 

"Siamo molto soddisfatti per quanto siamo riusciti ad ottenere da questo evento  creato con una semplice idea - ha affermato il Sindaco Fulvio Gazzola - A costo zero, abbiamo realizzato un evento ospitando uno dei più prestigiosi vini Italiani nel nostro Castello e farlo degustare agli appassionati, abbiamo avuto la possibilità di promuovere il nostro Rossese di Dolceacqua, insieme all'Olio Extravergine di Oliva e alle altre eccellenze del territorio, in un Comune in cui vi sono turisti attratti da questo tipo di proposta enogastroomica. Sappiamo che il turismo enogastronomico è una delle principlai motivazioni che spingono oggi la gente a prediligere un luogo piutosto che un altro, sopratutto per le vacanze brevi. Il nostro territorio in questo non è secondo a nessuno ma dobbiamo comprenderlo e sopratutto capire come fare.  Ma è stata anche un'occasione per i nostri produttori di conoscere da vicino una delle realtà più importanti della vinicoltura italiana e per noi comprendere ancora meglio la strada che dobbiamo percorrere per migliorare ancora la nostra proposta turistica. Ringrazio la Comunità Montana Intemelia dal Presidente alla Giunta e sopratutto ai dipendenti che si sono occupati della gestione dello stand, per aver creduto in questa idea. Insieme a loro Cia e Coldiretti. Un plauso oltre ad un ringraziamento và al Dr. Paolo Annoni, proprietario del Museo del Cavatappi, che grazie alla Sua passione, è stato il vero perno organizzativo di questo evento. Concludo ripetendo quanto detto insieme al SIndaco di Barolo, che questo è stato solo un primo appuntamento e che sarà ripetuto il prossimo anno, ma puntando ancora più in alto. Un appuntamento che sarà all'argato ad altri Paesi Bandiera Arancione come come i nostri due Comuni hanno dato il proprio nome ad un vino di eccellenza: Montalcino, Montepulciano, Soave, etc..."

 

Riceviamo tramite e-mail e pubblichiamo:

Carissimi,

vi invio la presente anche a nome del Sindaco Mazzocchi, del Presidente della Pro loco Cabutto e dei Produttori di Barolo.

Riteniamo che la presentazione dei vostri pregiati prodotti della Riviera sia andata bene ed abbia avuto un positivo riscontro nei turisti presenti a Barolo nel weekend.

Abbiamo avuto la possibilità di raccogliere alcuni commenti ed erano tutti decisamente entusiastici. Il Rossese, il vostro olio extravergine e le composizioni floreali sono state particolarmente apprezzate.

Data la buona riuscita di entrambe le manifestazioni a Dolceacqua e a Barolo, è possibile pensare di ripetere in futuro l'esperienza.

Colgo l'occasione per ringraziarvi per la vostra fattiva collaborazione ed invio cordiali saluti.

Paolo

Dott. Paolo Annoni

Museo dei Cavatappi

Piazza Castello, 4 - 12060 BAROLO (CN) ITALY Tel. +39 0173 560539 - Fax: +39 0173 560539

 

Nella foto: il SIndaco di Barolo Walter Mazzocchi, il Sindaco di Dolceacqua Fulvio Gazzola ed il Dr. Paolo Annoni propietario del Museo del Cavatappi.