Comune di Dolceacqua
Home >> Il Comune Informa >> Emergenza CORONAVIRUS - #iorestoacasa

#stiamoacasa
Dolceacqua 24 marzo 2020

LETTERA AI CITTADINI: UNA SETTIMANA IMPORTANTE

La settimana scorsa abbiamo appreso di casi di coronavirus a Ventimiglia. É di oggi la notizia di due casi a Bordighera, dopo i due di Vallecrosia, seppur trattandosi di persone non ricoverate ma in isolamento a casa.
È evidente che questi saranno i giorni decisivi per il nostro territorio, fino ad oggi fortunato.
Ora è davvero il momento di rispettare le norme, non di trovare mille modi per aggirarle....
La spesa va fatta una o due volte la settimana, non tutti i giorni o più volte al giorno solo per poter uscire.
So che tanti di voi hanno rispettato le regole di confinamento sociale e di questo vi ringrazio.
Tuttavia, mi sento di rivolgere alcuni appelli.
Invito le famiglie a vigilare sui ragazzi affinchè non vaghino fuori casa per diverse ore al giorno: sappiamo che alcuni di loro lo fanno, se pur vedendosi nelle zone remote del Paese; poi però rientrano nelle vostre abitazioni, diventando un possibile veicolo di contagio. Che facciano utilizzo la tecnologia che ben sanno usare per parlarsi e comunicare.
Ai soliti che quotidianamente, e per più volte al giorno, vedo gironzolare lungo fiume o stazionare sulle panchine, fermandosi poi a chiacchierare con chi passa: vi esorto a non farlo, vi ricordo che in questo momento non si può!
Per quanto riguarda i cani, essi possono tranquillamente fare i bisogni nei pressi di casa, non hanno bisogno di venire condotti a 500 metri, di andare lungo la ciclabile o sulla strada di circonvallazione (e non perdete per favore la buona abitudine di raccogliere gli escrementi e di utilizzare l’acqua per pulire, perché poi siete i primi a chiederci di sanificare).
Non utilizzate la scusa della posta, della banca, o dell’orto per uscire. Unite queste esigenze, se le avete, in una unica giornata.
Stare a casa non fa bene solo a voi, ma a tutta la nostra comunità: nella nostra provincia solo oggi si sono registrati ben dieci decessi causati dal coronavirus, il numero più alto fino ad ora.
Le telecamere, quando sono state installate in Paese, non avevano il compito di controllare la vita dei cittadini, anche io vi sarei stato contrario, bensì di essere utilizzate solo in caso di atti vandalici o criminosi.
Purtroppo oggi, vista la situazione e la necessità di reprimere chi non rispetta le norme, i filmati da esse prodotti saranno dati in visione anche alle forze dell’ordine per monitorare chi continua imperterrito a non stare a casa. E qui, per primi, non transigeremo: i trasgressori potranno essere multati dalle forze dell'ordine ancora più pesantemente, con sanzioni da 400€ a 3000€, come previsto dal nuovo decreto.
Mi rendo conto che è un momento difficile, e lo sarà anche dopo, ma perché finisca il prima possibile abbiamo la necessità di privarci di un po’ di libertà.
Per qualsivoglia problema io, gli amministratori e la protezione civile, così come la stazione dei carabinieri ci siamo: non esitate a contattarci.

Il Sindaco
Fulvio Gazzola