Comune di Dolceacqua
Home >> Il Comune Informa >> MERCATINO BIOLOGICO ed ARTIGIANATO 2016

 

- Modulo di richiesta parteciazione Mercatiino Biologico ed Artigianato



REGOLAMENTO DI DISCIPLINA MERCATINO BIOLOGICO

(Mostra – Mercato promozionale)

Art. 1-  Oggetto e finalità

 

Il presente Regolamento disciplina l’organizzazione del Mercatino Biologico,  agricolo ed artigianato locale e della Mostra mercato che si svolgono nel territorio comunale a cadenza mensile, nell’ultima ultima domenica del mese, in Piazza Mauro e via Mons. Laura e Pontelio.

La finalità consiste nella promozione e valorizzazione dei prodotti tipici dell’entroterra ligure, della lavorazione agricola ed artigianale e di tutte le produzioni agricole in genere, con particolare riguardo ai prodotti “biologici”, le produzioni artigianali  locali prodotte con materie “ naturali” e le attività culturali collegate. 

Art. 2 – Norme per le mostre mercato del biologico, agricolo ed artigianato locale

 

Il “Mercato Agricolo” è un mercato riservato alla vendita diretta dei prodotti degli Imprenditori Agricoli e Coltivatori Diretti della zona Intemelia  al fine di  creare un canale diretto tra produttori e consumatori. Tale iniziativa risponde in pieno allo spirito della direttiva del Ministero delle Attività Agricole (Decreto del Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali del 20 novembre 2007,pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 301 del 29 dicembre 2007), le cui finalità sono le seguenti:

  • promozione della conoscenza della cultura rurale e delle produzioni agricole locali, delle caratteristiche dei prodotti agricoli posti in vendita e del valore della stagionalità dei prodotti locali spesso strettamente connessa alla salubrità degli alimenti;
  • l’acquisto di merce fresca e di stagione e che abbia un diretto legame con il territorio di produzione;
  • la tracciabilità del prodotto e quindi la garanzia della sua provenienza;
  • la riduzione del prezzo di vendita al dettaglio con la garanzia di un giusto guadagno per il produttore, attraverso l’eliminazione di intermediari;
  • l’accesso alla distribuzione diretta ai consumatori dei prodotti biologici; la riduzione dei tempi di trasporto delle merci con benefici sia per l’ambiente sia per la sicurezza stradale.

Solo per l’anno 2016, in via sperimentale e transitoria, il Comune di Dolceacqua intende riservare all’interno della Mostra Mercato, n. 5 posti agli Imprenditori agricoli e coltivatori diretti della zona intemelia che ne facciano richiesta occasionale/stagionale mediante un criterio cronologico di presentazione della domanda.  

Art. 3 -  Regole generali

 

 A tutti gli operatori è vietato recare molestia per la vendita delle mercanzie, attirare i clienti con rumori o schiamazzi, usare parole o atti sconvenienti, gettare derrate avariate, rifiuti o qualsiasi oggetto sui luoghi di passaggio, occupare spazi non regolarmente concessi, contravvenire agli ordini dei funzionari comunali e degli agenti di polizia  municipale, turbare l’ordine e la disciplina del mercato, delle fiere ecc.

Nelle aree adibite al commercio è proibito esercitare giochi, anche se leciti, mestiere di indovino, saltimbanco e giocoliere, musicante, imbonitore ecc.,  a pena dell’allontanamento immediato e definitivo dal mercato, con provvedimento del competente Ufficio comunale.

E’ vietato installare sul suolo pubblico picchetti, pali ed ogni altra attrezzatura che lo possa danneggiare, i veicoli adibiti al trasporto delle attrezzature e/o delle merci dovranno essere in perfetto stato e sarà cura del titolare impedire perdite di combustibile, olio,  acqua od ogni altra fuoriuscita sul suolo pubblico, pena l’allontanamento dall’area ed in caso di inadempienza e la revoca dell’autorizzazione.

Le eventuali attrezzature per la cottura di cibi, oltre a rispondere alle vigenti normative igienico-sanitarie, dovranno essere in perfetto stato per evitare l’imbrattamento del suolo; in caso contrario si applica la sanzione prevista dal precedente comma.

Art. 4. Obblighi

Per quanto concerne la vendita di Olio e Vino, all’interno del mercatino, sarà consentita l’esclusiva vendita di:

-          Olio di Oliva Taggiasca della Provincia di Imperia

-          Vini prodotti in Liguria con particolare riguardo al Rossese di Dolceacqua, all’Ormeasco, al Pigato             ed al  Vermentino Ligure,

-          Vini di produzione biologica certificata nel territorio italiano

E’ fatto obbligo ai produttori agricoli l’apposizione per ogni tipologia di prodotto di una tabella indicante la zona di produzione e i sistemi di coltivazioni usati (tipo di concimazione, trattamenti fitosanitari effettuati, etc..).

La tabella sarà predisposta dal competente Ufficio del Comune di Dolceacqua fornita a richiesta  e dovrà essere compilata dal produttore sotto la sua responsabilità personale.

Nel periodo transitorio di realizzazione della suddetta tabella da parte del Comune, il produttore dovrà esporre su propria carta intestata, indicazioni in merito alla zona di produzione ed i sistemi di coltivazioni usati.

La mancata osservanza di questa norma, la non corretta compilazione o l’indicazione di dati non reali sarà oggetto di sanzioni, come previsto dall’articolo 12 del presente regolamento, fatte salve le eventuali violazioni penali previste.

I Produttori che esporranno prodotti Biologici saranno posizionati in un’area specifica a loro riservata.

E’ COMUNQUE SEMPRE VIETATALA COTTURA DICIBI DI QUALSIASI TIPO,LA SOMMINISTRAZIONE DIALIMENTI E/O BEVANDE SIA ALCOLICHE SIA ANALCOLICHE, SALVO CHE PER I PRODOTTI TIPICI OGGETTO DELLA MOSTRA A CONDIZIONE CHE SIA INDICATO SUL BANCO DI VENDITALA DICITURA“DEGUSTAZIONE GRATUITA”.

NON E’ CONSENTITALA PARTECIPAZIONE ABROCCANTI, PITTORI, ESPOSITORI DI QUADRI ED OGGETTI DI CHINCAGLIERIA, VENDITORI DI OGGETTI O MERCI CHE NULLA HANNO A CHE FARE CON LE LAVORAZIONI AGRICOLE, ARTIGIANALI, TIPICHE DELLE ZONE DELL’ENTROTERRA LIGURE O DI ZONE MONTANE E DI  QUANTO PREVISTO DAL PRESENTE REGOLAMENTO.

Ai sensi dell’art. 32 comma 2 della legge regionale N. 1/2007:

-          gli hobbisti dovranno presentare domanda di rilascio di apposito tesserino per la vendita in modo del tutto occasionale beni provenienti esclusivamente dall’esercizio della loro attività di hobbista oppure fornire copia di quella già in loro possesso, rilasciata da altro Comune ligure;

-          dovranno presentare dichiarazione, sotto la propria responsabilità, di essere venditori non professionali e dichiarazione di possesso dei requisiti di cui all’art. 12 della legge regionale 1/2007;

-          dovranno ottenere l’autorizzazione all’occupazione del posteggio prima della manifestazione commerciale;

-          dovranno allegare autocertificazione in cui viene dichiarato che gli oggetti posti in vendita sono provenienza esclusiva dell’attività di hobbista specificando in cosa consista l’attività stessa.

Art. 5. Modalità di partecipazione.

Le domande di partecipazione dovranno essere trasmesse all’Ufficio di Polizia Locale entro il 15 dicembre dell’anno precedente alla partecipazione con l’indicazione dei giorni in cui si intende partecipare, secondo il modulo di partecipazione allegato al presente Regolamento.

Con riferimento all’anno 2016 le domande dovranno pervenire entro il 10 gennaio.

Le domande, previamente esaminate dall’Ufficio Polizia Locale e dall’Ufficio Tributi, saranno oggetto di ammissione da parte della Giunta Comunale.

Le domande che perverranno oltre tali termini, saranno accettate previa la verifica della disponibilità dei posti e dovranno comunque essere oggetto di approvazione da parte della Giunta Comunale, previo esame da parte dell’Ufficio Polizia Locale e dell’Ufficio Tributi.

 

 

Art. 6. Corrispettivo e modalità di pagamento.

Essendo tali eventi promossi dal Comune di Dolceacqua, per la partecipazione è richiesto un contributo spese annuale di Euro 80, che potrà essere versato in forma annuale anticipata oppure mensile di 7 euro da pagare  durante le operazioni di “spunta”.

Nel caso di un pagamento annuale, dovrà avvenire successivamente all’ottenimento dell’autorizzazione comunicata dall’Ufficio di Polizia Locale ed il documento comprovante il pagamento dovrà essere consegnato in occasione del  primo mercatino a cui si partecipa; nel caso di un pagamento diretto questo deve essere effettuato al momento della “spunta”.  

La mancata esibizione di tale documento comporterà l’esclusione dal mercato.   

I soli Produttori Agricoli ed  i Coltivatori Diretti che effettuano  solamente la vendita di prodotti stagionali potranno richiedere la partecipazione al “mercatino” anche solo per una  o più giornate all’anno con le seguenti modalità:

  1.  Le domande di partecipazione dovranno avvenire entro 7 gg prima dalla data del Mercatino a cui si intende partecipare;
  2. Effettuare il pagamento di 7 Euro al momento della spunta; 

Nel caso in cui  il gestore dovesse essere un ente diverso dal Comune , le modalità saranno comunicate dal gestore stesso al momento della presa in carico del “mercatino”.

 

Art. 7 – Tempi e orari di svolgimento.

 

Lo svolgimento della mostra mercato è stabilito a cadenza mensile, ogni ultima domenica del mese, come da calendario redatto dal Comune di Dolceacqua e pubblicato sul sito internet del comune stesso oltre che dagli Enti competenti ed, eventualmente,  da ulteriori giornate  a carattere straordinario, così individuate:

-          25 aprile

-          periodo pasquale

-          8 dicembre 

-          Dal 26 dicembre al 6 gennaio

A tali date potranno essere aggiunti ulteriori giorni in caso di vicinanza a particolari ricorrenze e/o a giorni festivi e per le stesse sarà richiesto pagamento aggiuntivo con le stesse modalità previste per la mostra mercato. Il provvedimento di istituzione sarà formalizzato con apposita deliberazione della giunta comunale almeno un mese prima dell’evento.

La partecipazione alle giornate a carattere straordinario sarà regolato in tutti i suoi aspetti con la delibera di Giunta che approverà l’evento stesso.

Le mostre mercato dovranno osservare i seguenti orari:

 

Periodo invernale (dal mese di ottobre al mese di marzo)

orario di accesso:                                                                        dalle ore 07,30 alle ore   8,30

operazioni di montaggio dei banchi:                                     dalle ore 07,30 alle ore   9,30

effettuazione delle operazioni di vendita:                           dalle ore 09,30 alle ore 17,00

operazioni di smontaggio e pulizia area:                             dalle ore 17,00 alle ore 19,00

 

Periodo estivo (dal mese di aprile al mese di settembre)

orario di accesso:                                                                        dalle ore 07,00 alle ore 8,00

operazione di montaggio dei banchi:                                    dalle ore 07,00 alle ore 9,00

effettuazione delle operazioni di vendita:                           dalle ore 09,00 alle ore 19,00

operazioni di smontaggio e pulizia area:                             dalle ore 19,00 alle ore 21,00

Nei mesi di Luglio-Agosto l’orario di chiusura è prorogato alle ore 23,00

Solo in caso di  maltempo, e comunque previa autorizzazione, sarà possibile effettuare la chiusura del Mercato e le operazioni di smontaggio in orario anticipato.

 

Art. 8- Localizzazione e suddivisione tipologia dei posti

 

L’area della mostra mercato è localizzata in Piazza P.G. Mauro, Via Mons. Laura e Pontelio, con la seguente tipologia di  posti previsti:

  1. settore alimentare (riservato a prodotti biologici o tipici) –tot. 40

 

  • n. 35 posti riservati a produttori agricoli, coltivatori diretti ed assimilati ai sensi di legge, con precedenza ai coltivatori -  (n. 5 posti riservati ai Produttori Agricoli o Coltivatori Diretti ai sensi di Legge appartenenti al territorio della Comunità Montana Intemelia, per la vendita di prodotti agricoli freschi/stagionali. Tale area è stata individuata nella zona della Canonica)
  • n. 05 posti riservati ai titolari di autorizzazione per il commercio;

 

  1. settore non alimentare – tot. 7

 

  • n. 2 posti riservati ai coltivatori diretti, produttori agricoli ed assimilati;
  • n. 2 posti riservati agli artigiani (solo produttori e non assemblatori);
  • n. 3 posti riservati ai titolari di autorizzazione per il commercio  per la vendita di prodotti tipici

 

                           pubblicazioni specializzate sull’agricoltura e l’artigianato.

 

  1. settore “hobbistico”   - tot. 15

 

  • n. 15 posti riservati a coloro che effettueranno la vendita ai sensi dell’art. 32  comma 2, 2bis, 2 ter e 2 quater della L. R. n. 1/2007;

La partecipazione di ditte specializzate,  che operano nel settore biologico, o nella produzione/vendita di attrezzatura per il risparmio energetico, o a favore dell’ambiente oppure di enti associazioni di volontariato saranno di volta in volta autorizzate dalla Giunta Comunale a seguito di domanda pervenuta all’Ufficio di Polizia Locale almeno 7 giorni prima dell’evento, la quale dovrà indicare la loro ubicazione all’interno dell’Area di mercato.

In ogni casola Giunta Comunalepotrà autorizzare la partecipazione di ditte, società, enti di volontariato o altro non previsti nel presente regolamento, nel rispetto delle normative vigenti e previo parere dell’Ufficio Polizia Locale.

Art. 9 - Affidamento della Gestione del Mercatino

 

Il Comune potrà decidere se gestire direttamente il “mercatino” o cedere la  gestione a terzi attraverso le modalità consentite dalla  legge.

In tal caso l’ente gestore dovrà:

-          far rispettare le norme del presente regolamento e comunicarne alla Polizia Locale le violazioni;

-          attenersi alle disposizioni che l’Amministrazione Comunale ela Polizia Localedovessero impartire;

-          entro 7 gg dal termine del mercatino rendicontare il numero dei banchi presenti e trasmettere copia del versamento dei costi relativi alla partecipazione degli stessi.

Art. 10 - Assegnazione dei posti (nel caso di gestione diretta da parte del Comune).

 

 Le domande di partecipazione devono essere presentate  sul modello predisposto dagli uffici comunali ed allegato alla presente, entro il 15 (quindici) del mese di dicembre dell’anno precedente a quello a cui si intende partecipare (fatto salvo per l’anno 2016 le cui domande potranno essere presentate entro il 15 gennaio 2016), così come già previsto all’art. 2, ultimo comma.

L’assegnazione dei posti avverrà mediante rilascio di autorizzazione comunale,  tenendo conto:

- della tipologia di prodotto;

- del settore;

- dell’anzianità di partecipazione ai precedenti mercatini;

-  dei posti disponibili per tipologia e settore;

- della provenienza dai Territori appartenenti alla Ex Comunità Montana Intemelia in base ad un criterio cronologico di presentazione della domanda;

- della maggiore anzianità di iscrizione nel registro delle imprese;

Art. 11 -Pulizia dell’area e rispetto degli orari

 

Ogni operatore è tenuto a ripulire l’area utilizzata, riponendo eventuali rifiuti all’interno di sacchi o scatole che dovranno essere deposte vicino all’area di raccolta (sotto il ponte nuovo) in modo differenziato e non abbandonati sul posto.

La presenza dei mezzi nell’area di mercato è concessa esclusivamente per le operazioni di scarico e carico merce.

Esigenze particolari devono essere esposte ed autorizzate di volta in volta dalla Polizia Locale che ne autorizzerà indicandone l’ubicazione.

E’ fatto assoluto divieto di utilizzare spazi vicini o a ridosso di monumenti o  opere d’arte o alberi per l’esposizione delle merci;  le esposizioni delle merci  e l’allestimento del banco devono avvenire con ordine e decoro. Il mancato rispetto di questa norma e degli orari indicati orari sarà sanzionato nelle modalità previste all’ art. 14.

 

Art. 12- Registrazione delle presenze e assegnazione dei posteggi temporaneamente liberi(nel caso di gestione diretta da parte del Comune).

Le assenze sono registrate dagli agenti della Polizia Locale ed annotate su apposito registro.

Nessuna assenza è giustificata,  per qualsivoglia causa, e conseguentemente conteggiata ai fini dell’anzianità, l’assenza prolungata per più di tre mostre-mercato consecutive è titolo per la decadenza del posteggio assegnato.

Trattandosi di particolare tipo di mostra-mercato, non sono ammessi operatori commerciali in “spunta” e comunque la partecipazione alla mostra- mercato  deve essere sempre precedentemente autorizzata dalla autorità comunale.

Solo in caso di presenza di operatori precedentemente autorizzati dalla Giunta, ma che non hanno ottenuto un posto per mancanza di spazio, questi possono essere sistemati all’interno del Mercato nei posti liberi a discrezione della Polizia Locale, anche prescindendo dalla loro tipologia commerciale, fino al raggiungimento del numero massimo consentito dei banchi espositivi.

Sono esclusi dal contingentamento di cui sopra  gli “stands” organizzati direttamente dal Comune di Dolceacqua o dagli altri enti territoriali del ponente ligure a condizione che ne sia dato avviso all’ufficio di polizia locale in forma scritta.

Art. 13. Danni a terzi e responsabilità delle merci esposte.

 

Il Comune declina ogni responsabilità per eventuali danni provocati a persone o cose dagli espositori partecipanti alle manifestazioni nonché per eventuali inadempienze degli obblighi fiscali da parte dei partecipanti.

L’espositore ha la piena responsabilità sulla provenienza delle merci esposte.

 

 

Art. 14. Sanzioni

Il mancato adempimento degli orari, tipologia dei prodotti previsti, la pulizia dell’area, l’ uso inappropriato della tabella prodotto (per i produttori agricoli),  etc. ed un comportamento non consono e che comunque possa recare disturbo e danno all’immagine del Comune, sarà punito, oltre alle ammende previste dalla Legge, anche con la sospensione alla frequentazione  del mercato, fiera o mostra mercato, per un numero di giornate da1 a4 e arrivare anche in casi gravi all’annullamento della stessa, tramite insindacabile giudizio dell’Amministrazione Comunale o degli organi competenti. Gli stessi provvedimenti sono estesi a coloro che partecipano al mercato come prestatori d’opera.

Art. 16. Norme finali

 

Per qualsiasi controversia è competente il foro di Imperia.

Viene garantito il rispetto della Legge 675/1995 e s. m. ed i.

Per quanto non previsto nel presente Regolamento, si rinvia alla legislazione vigente in materia.