Comune di Dolceacqua
Home >> Il Comune Informa >> Barbadirame e Dolceacqua a Londra: Un successo!!!

L'inaugurazione:

Oltre 600 persone hanno partecipato all'inaugurazione della Mostra del Maestro Mario Raimondo Barbadirame presso l'Istituo Culturale dell'Ambasciata Italiana a Londra, esprimendo forti consensi sia per le opere esposte che per l'eccellente degustazione di prodotti tipici preparati da Aimone Cassini e serviti in sala sotto l'attenta  regia di Stefano Cassini, proprietari del Ristorante "La Viassa" di Dolceacqua.

Il Rossese di Dolceacqua è stato tra i protagonisti della serata durante la quale ha trovato molti estimatori; suggestiva l'etichetta "Barbadirame" del vino dedicato all'artista dalla Cooperativa Rivieradei Fiori.

Personaggi illustri, politici, critici d'arte, giornalisti, rappresentanti delle vicine ambasciate ma anche molta gente comune, ha affollato le bellissime sale dell'Istituto Culturale. Tra di loro alcuni "dolceacquini" residenti a Londra ed in Inghilterra che non hanno voluto mancare all'importante evento.

Tutti hanno  potuto ammirare le opere del pittore Dolceacquino, affiancate da bellissime composizioni floreeali realizzate con i fiori di Sanremo, in un allestimento predispsoto dalla bravissima Erica Pole sotto l'attenta direzione dell'esperta Culturale nonchè curatrice della Mostra, Rossana Pittelli.

Il Comune e la famiglia Raimondo vogliono ringraziare in particolarmodo l'Azienda Speciale della Camera di Commercio attraverso il Presidente Notaio Franco Amadeo, il Dr. Fasolo ed il Dr. Lavagetto che sono stati gli attori principali di questa importante iniziativa di promozione non solo per Dolceacqua ma per tutto il territorio provinciale e per la promozione dei nostri prodotti tipici.

Un ringraziamento anche ai produttori del Rossese di Dolceacqua che hanno voluto omaggiarci delle bottiglie messe in degustazione.

 

Fotogallery della serata;

ReceptionBuffetgruppo 1

 

 

 

 


 

 

 

 

 

gruppo barbadirame

 

 

 

 

 

 

 

 

 checa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Comunicato Stampa diffuso

Le opere di Mario Raimondo in arte Barbadirame il pittore contadino di Dolceacqua amico di Picasso - famoso per i dipinti legati alla sua terra, al mondo contadino, alla gente di Liguria - saranno al centro di una mostra in programma nei saloni dell’Istituto Culturale presso l’Ambasciata italiana a Londra. Un evento significativo per sottolineare il valore di un grande artista (Barbadirame è scomparso a 87 anni nel gennaio del 2010 a Bordighera), il profondo legame con Dolceacqua e la Riviera dei Fiori, il carattere scontroso ma ricco di umanità, la vita semplice. Un messaggio che colpì profondamente Pablo Picasso, di cui Raimondo fu amico ed allievo: "Parlare di giovani pittori non è mia abitudine. Il pittore italiano ‘Raimondo’ che nel suo villaggio si chiama ‘Bardadirame’, lo vedo come un pittore vero, serio, come i lavoratori della terra. Esso implementa le sue opere con sicurezza e semplicità di mezzi. Le pareti di pietra della stagione e tronchi di questi alberi del Mediterraneo, hanno la stessa umanità dei loro agricoltori, anche l’eternità…".

La mostra di Barbadirame a Londra in una location prestigiosa come l’Ambasciata nel giorno dell’inaugurazione fissata per il 6 dicembre davanti a un selezionato parterre di invitati, sarà anche l’occasione per proporre le eccellenze e i prodotti tipici della Riviera dei Fiori. L’idea di promuovere il territorio nell’ambito dell’esposizione di Mario Raimondo è stata accolta con entusiasmo dal presidente della Camera di Commercio Franco Amadeo, da Antonio Fasolo presidente dell’Azienda Speciale Riviera dei Fiori e da Fulvio Gazzola sindaco di Dolceacqua: grazie alla famiglia di Barbadirame ne è nata una sinergia formidabile per mettere a punto una missione turistica di estrema importanza.

"Barbadirame – osserva Franco Amadeo – ha saputo raccontare la Liguria attraverso la sua arte ma anche attraverso l’esempio, il profondo legame con un mondo autentico e degno della massima attenzione".

"Personaggio con un carattere difficile – aggiunge Fulvio Gazzola - forte, scontroso e controverso come del resto sono i grandi artisti, ci ha lasciato un’eredità straordinaria, i suoi quadri che parlano di noi".

"Barbadirame – conclude Antonio Fasolo – ha dato il suo nome ad un vino.  Un vino importante dedicato ad un artista importante, che come il Rossese è ambasciatore di Dolceacqua in Italia e nel Mondo. Un omaggio doveroso e sentito ad un grande dolceacquino, che con il suo tratto inconfondibile ha rappresentato la sua terra così orgogliosamente contadina, inscindibilmente legata alla vite e all’ulivo".

 

 

 Invito Istituto Culturale Italiano